Template Tools
Giovedì, 16 Settembre 2021
Renzi a Vasto per una nuova foto. PDF Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Arno   
Domenica 02 Settembre 2012 11:20
Una città che ormai è diventata il simbolo della svolta politica italiana, almeno nelle intenzioni.
Era il settembre scorso quando il centro abruzzese fece da cornice all’ormai noto scatto con Vendola, Di Pietro e Bersani , un trinomio che avrebbe dovuto dar vita al nuovo Ulivo . Ma una foto che è una giustapposizione di leader di altrettante formazioni politiche non è esattamente un progetto politico. Ragione sufficiente perché a distanza di poco meno di un anno quella foto risulti già sbiadita; oggi che il nemico comune è caduto quell’istantanea ritrae semmai l’impossibilità di tenere insieme le diverse anime del centrosinistra italiano.
La città però con il suo palazzo storico che fece da sfondo a quel sodalizio di fine estate è ora più che mai una location strategica per il rottamatore che per il suo tour, che anticipa e di fatto annuncia la sua campagna elettorale, ha scelto dei luoghi simbolo: Ponte di Legno, Gallipoli e Vasto appunto. Presidi storici di avversari “antichi”, che siano esterni o interni al Pd non fa differenza dinanzi alla sfida renziana; sono comunque gli stessi che il sindaco di Firenze vuole mandare a casa. E nella sala affollata del Palazzo d’Avalos, in cui il primo cittadino fiorentino sarebbe giunto per presentare il suo libro Stil Novo e dunque di fatto il suo manifesto politico ribadisce: 'Se vinciamo le primarie cambieremo l'Italia, e se le perderemo daremo una mano a chi ha vinto, come vuole la regola interna del Partito democratico''. Poi aggiunge: “ Noi non siamo, pero', degli sfasciacarrozze, ma siamo dei rottamatori, ovvero delle persone che dicono: 'se hai gia' fatto 15 anni in Parlamento, forse è ora che lasci spazio ad altri, perché nessuno è indispensabile''.
La foto di Vasto?:“E' una foto che si è già sfasciata da sola – commenta Renzi - basta vedere ciò che è successo nel corso dell'ultimo anno. Quella foto ormai appartiene ad un album, ma all'album dei ricordi'' Anzi - ha aggiunto - credo che dobbiamo cambiare l'impostazione e smettere di pensare che le foto si fanno tra i leader politici, la vera foto di Vasto, come quella di ogni città italiana, è la foto dei cittadini che si mettono in gioco e provano nel loro piccolo a cambiare l'Italia''.



Non la pensa esattamente così il sindaco ospitante, Luciano Lapenna che alla redazione di Nove da Firenze ha dichiarato: “Sono onorato che il mio comune abbia ricevuto la visita del sindaco di una città come Firenze” Sulla foto di un anno fa – spiega - si sono scritte e dette tante cose ma io c’ero e Bersani fu chiaro fin dal’inizio: parlò di programmi e non di alleanze tra forze politiche”.
Cosa è cambiato dal settembre scorso a oggi? “La situazione si è evoluta: l’Idv ha assunto posizioni diverse e poi va considerato anche il movimento dei grillini. Quella che si vorrebbe accreditare da oggi è una foto “giovane”. Su questo posso essere d’accordo con Renzi”.
Ma quando si passa ad affrontare il tema delle primarie e del duello Bersani Renzi il primo cittadino vastese svela la propria appartenenza: “Per presentarsi alla Primarie bisogna avere un programma. Ancora non conosco le proposte di Renzi; oggi la sua era la presentazione di un libro durata 20 minuti. Quindi – conlude - non scelgo Renzi sulla base di quello che ho sentito oggi ”.

Fi.DAmi.

nove.firenze.it
 

Ultime Notizie

Fondazione Friends of Florence
Conto alla rovescia per il restauro della Deposizione di Rosso fiorentino nel... Leggi tutto...
Elisa Morucci a Venezia
Elisa Morucci www.elisamorucci.com ... Leggi tutto...
The Brass Group in scena a Firenze
FONDAZIONE THE BRASS GROUP   Dante in Jazz – Note dall’Inferno... Leggi tutto...
Firenze rende omaggio a Dante e a Fabrizio De André
Firenze il 10 settembre rende omaggio a Dante e a Fabrizio De André con... Leggi tutto...
La buona lettura
Catarsini: il romanzo Giorni neri torna nei... Leggi tutto...

Rivista La Gazzetta

 
Edizione 41
La Gazzetta 41
 

40 | 39 | 38 | 37 | 36 | 35 | 34 | 33 | 32

31 | 30 | 29 | 28 | 27 | 26 | 25 | 24 | 23

22 |