Template Tools
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Il Maestro pizzaiolo Massimo Del Mestre e la sua pizza d’autore PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Notizie - Culinaria
Giovedì 23 Marzo 2023 22:41


Articolo di Alex Ziccarelli











Oggi presentiamo un grande Maestro Pizzaiolo, Massimo Del Mestre, classe 1972, campano di Torre Del Greco in provincia di Napoli. La sua è una vera e propria passione, si può letteralmente dire, sin dall’infanzia. Infatti, sin dalla più tenera età, è stato sempre accanto al padre, che prestava la sua opera come cameriere nella pizzeria di suo cognato. Già da allora, all'uscita di scuola, trascorreva molto tempo, quasi come incantato, davanti alla vetrina del banco pizzeria, lo zio che stendeva la pizza con le sue capaci e magiche mani era per lui un idolo. Osservava con attenzione e aspettava con pazienza che tutta la clientela fosse andata via per poter, solo allora,  iniziare a "giocare’’ a stendere la pizza. Il suo interesse e, conseguentemente, la sua passione era tale che il padre decise di aprire una pizzeria, cosicché, terminati gli studi, Massimo ebbe l’opportunità di dedicarsi a coltivare con più professionalità il suo più grande sogno, quello di fare il pizzaiolo professionista. Nel 1993 ebbe la sorpresa e, soprattutto, l’onore di essere chiamato a lavorare a Roma da Elia Apicella, grandissimo Maestro pizzaiolo, dal nostro Chef Massimo definito,  non senza emozione, come un ‘secondo padre'. Quattro anni dopo, nel 1997, decise di fare nuove esperienze, anche per farsi conoscere, in altre pizzerie romane, che, appunto, allora stavano cominciando a far conoscere e apprezzare la pizza napoletana. Ma, come si dice sempre, il cuore ti riporta sempre a casa e, infatti, 5 anni dopo, torna ancora dal Maestro Apicella, diventando, grazie al suo sostegno, ‘Campione d’Italia’, restando insieme a lui, nella sua pizzeria, fino al 2013. Nello stesso anno partecipa e vince il titolo di ‘Campione d’Europa’, presentando la ‘pizza classica napoletana’. Nel 2017 diventa ‘Campione della Regione Lazio’ con la ‘pizza classica e scenografica’,  aggiudicandosi anche il primo posto in entrambe le specialità. Grandi risultati ma anche grandi sacrifici e tante rinunce ma che il nostro pizzaiolo rifarebbe di nuovo, sempre con la sua immensa tenacia e testardaggine che, sin dall'inizio, lo hanno contraddistinto, insieme alla professionalità e all’amore  per questo lavoro. Una menzione ci tiene ancora ancora a fare, unitamente ad un sincero ringraziamento per tutto, al Maestro Apicella ed poi, soprattutto, alla sua famiglia e, principalmente, a sua moglie, che lo ha sempre sostenuto con grande forza.  Inoltre, attualmente, è membro delle giurie che valutano i nuovi pizzaioli, in tutto il mondo. Recentemente, nel 2022,  diventa socio del Ristorante Olio & Farina di Salvatore Donadio, con la collaborazione del fratello Giuseppe e del figlio Michael. La priorità del ristorante è far assaggiare, in un ambiente accogliente, piatti eccellenti per esecuzione e qualità delle materie prime, selezionando con cura e cercando gli ingredienti migliori, presso aziende locali a km 0, ottenendo anche apprezzatissimi riconoscimenti per la l’assoluta specialità del locale: la pizza lievitata ad arte ma anche per i primi piatti, la carne scottona italiana e il pesce fresco mediterraneo.   

 

www.massimodelmestre.com

www.olioefarinaroma.it

 

 

Ed ecco una delle pizze più apprezzate del nostro Chef pizzaiolo Massimo Del Mestre, uno squisitissimo connubio dì pomodorini di diverso colore, fiordilatte, mozzarella di bufala, pesto di pistacchio e parmigiano.  *Impasto con tecnica ‘BIGA’ con una maturazione di 18 ore a temperatura ambiente a caldo e lievitazione di 6 ore. La biga è un pre-impasto, ossia una preparazione che prevede una lievitazione a sé e viene aggiunta poi all’impasto vero e proprio svolgendo una funzione lievitante. In questo modo otterrete dei prodotti da forno più leggeri e digeribili. Cornicione ricoperto al sesamo, vellutata di datterino giallo, pomodorini colorati, datterini gialli, rossi, neri, pomodorini del piennolo del Vesuvio e fiordilatte di Agerola. All’uscita va condita con una burrata di bufala da 100g con pesto di pistacchio, granella e scaglie di parmigiano reggiano. Una grande pizza ed un grande Maestro pizzaiolo: Massimo Del Mestre.                           

 

Ultime Notizie

‘’Pizza Nerazzurra’’ dello chef Gigantino
Articolo di Alex Ziccarelli Lo Chef Giorgio Gigantino ICC e la sua... Leggi tutto...
Tortelli di ricotta ai funghi porcini con tartufo nero
Lo Chef Alex Ziccarelli, Direttore ICC World News e i suoi tortelli di ricotta... Leggi tutto...
Patè di fegatini alla toscana di Franca Bongiorno Roberts
Articolo di Alex Ziccarelli Franca Bongiorno Roberts, ICC Marketing Manager... Leggi tutto...
La barbabietola dello chef Di Stefano
Articolo di Alex Ziccarelli Lo Chef Andrea Di Stefano, Ambasciatore ICC per... Leggi tutto...
Il cornetto di Gildo Cimmino
Articolo di Alex Ziccarelli Lo Chef Pasticciere Ermenegildo (Gildo) Cimmino e... Leggi tutto...

Rivista La Gazzetta

 
Edizione 41
La Gazzetta 41
 

40 | 39 | 38 | 37 | 36 | 35 | 34 | 33 | 32

31 | 30 | 29 | 28 | 27 | 26 | 25 | 24 | 23

22 |

Culinaria

Le pappardelle dello Chef Giovanni Trigona
Articolo di Alex Ziccarelli - Lo Chef Gi...
Cinquant'anni fa nasceva "l'olio e.v. d'oliva"
L'olio più pregiato frutto della prima spre...
Gnocchi al gorgonzola
Primo piatto rapido e raffinato Ingredien...