Template Tools
Sabato, 24 Settembre 2022
La bella Napoli! PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Notizie - Cronache
Venerdì 12 Agosto 2022 16:50


Il Parco Virgiliano di Napoli, il Parco delle Rimembranze dei ricordi più belli

 

 

Napoli, all’apparenza  una città oltremodo caotica, piena di strade intasate dal traffico e un andirivieni di persone che sembrano andare tutte di fretta. In questo contesto di vita frenetica, tuttavia, ci sono dei luoghi nel centro della città che forgiano spiritualmente l’anima e rendono possibile rilassarsi tra il verde. Quando a volte mi chiedono quali sono i luoghi dove poter ammirare uno dei panorami più belli a Napoli, la mia risposta è che uno dei posti più indicati per guardare ammirati un tramonto è, senz’altro, il Parco Virgiliano, uno dei parchi in assoluto più belli della regione, un’oasi verde sulla collina di Posillipo, da non confondere con il Parco Virgiliano di Piedigrotta. Il Parco venne realizzato durante il ventennio fascista ed inizialmente aveva il nome di Parco della Vittoria o della Bellezza, lasciando intendere l’intento di creare una gemma incantevole immersa nella natura. Successivamente il Parco divenne noto come Parco delle Rimembranze, per commemorare i caduti della Grande Guerra, fino alla odierna denominazione di Parco Virgiliano, scelto in onore al grande poeta romano Virgilio. È un vero tesoro verde situato internamente  alla città che, dall’alto della collina di Posillipo, regala un panorama fiabesco sul Golfo di Napoli. Dal Parco è possibile ammirare la penisola sorrentina, dal Vesuvio a Sorrento, le isole di Capri, Procida, Ischia e Nisida, la costiera di Posillipo e quella flegrea, da Pozzuoli a Capo Miseno. L’area, di circa 92.000 metri quadrati, è strutturata a terrazzamenti, con centinaia di alberi secolari e zone di sosta con delle panchine. Nel parco si possono ammirare anche i busti di Simón Bolivar e di Gandhi.

C’è anche un’area giochi dedicata ai bambini e una pista d’atletica leggera con una tribuna da 1.000 posti e perfino all’interno un’anfiteatro per concerti e spettacoli  dal vivo, con, nei pressi, dei chioschi dove poter prendere un caffè o dissetarsi all’occorrenza.

Nel parco ci sono alberi di ulivo, lecci e roveri ma anche piante di mirto e rosmarino, che inondano magicamente l’atmosfera  di profumi, soprattutto d’estate. Passeggiare nel parco è un’esperienza indimenticabile per il magnifico panorama sul golfo e per il tramonto dal belvedere, che, quando il sole bacia il mare, è, senza dubbio, una delle cose più affascinanti e romantiche esistenti. Un tempo questo luogo era conosciuto anche come parco dell’amore, per le numerose coppiette che sceglievano il parco per i loro momenti di intimità in auto, come testimoniato anche dal film di Luciano De Crescenzo ‘’Così parlò Bellavista’’. Oggi l’accesso è vietato ai mezzi motorizzati e tutti possono godere del parco con le sue terrazze ed un panorama mozzafiato, in assoluto fra i più belli al mondo.                                            

https://youtu.be/9ofh83t8oL4                                           

https://youtu.be/JQyvGciTkV4

Articolo di Alex Ziccarelli

 

Ultime Notizie

Concorso "Amico Rom"
29^ edizione del Concorso Artistico Internazionale "Amico Rom" ... Leggi tutto...
"Luna Piena RMX"
Da oggi in rete il remix di "Luna Piena" MARTINA ... Leggi tutto...
Cristianità - Rai Italia
  Mons. Guido MAZZOTTA, Goffredo PALMERINI, Viviana GRECO l’11... Leggi tutto...
L´Adige: “sorvegliato speciale”
Siccità in Italia Il livello del fiume Adige “sorvegliato... Leggi tutto...
NA - Rione della Pignasecca
    Quando si nomina la Pignasecca, il mio pensiero va immediatamente... Leggi tutto...

Rivista La Gazzetta

 
Edizione 41
La Gazzetta 41
 

40 | 39 | 38 | 37 | 36 | 35 | 34 | 33 | 32

31 | 30 | 29 | 28 | 27 | 26 | 25 | 24 | 23

22 |