Template Tools
Martedì, 29 Settembre 2020
L´hanno fatta grossa! PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Notizie - Opinioni
Lunedì 20 Aprile 2020 21:58

 

 

Comunque vada a finire, allegria… il fiasco dell’UE è assicurato!

Potremmo dire: “L’hanno fatta grossa” parafrasando il titolo della divertente commedia di Carlo Verdone e Antonio Albanese.

L’Italia è stata infatti abbandonata proprio mentre agonizzava, allorché ci si aspettava un immediato e solidale soccorso da parte di Bruxelles in termini economici e umanitari.

E te pareva!

"Ognuno per sé e Dio per tutti" è il motto dell’Unione, la cui sostanziale, effettiva e indifendibile assenza sulla scena pandemica internazionale fa rivoltare nella tomba i Padri Fondatori.

Versare lacrime sull’indecenza, sulla contraddittorietà e sulla leoninità delle soluzioni proposte dalla schiera dei ben pasciuti burocrati, che sono comandati a fare solo gli interessi del sistema bancario e creditizio dei propri Paesi e dei poteri occulti, è tempo sprecato.

D´altronde, il pianto greco avrebbe avuto senso se rivolto a quell’unità politica che avrebbe dovuto essere l´Unione Europea e non a un’Armata Brancaleone i cui rappresentanti non sanno mai da che parte andare, o meglio sanno solo tirare l’acqua al proprio mulino… e che gli altri si arrangino!

L’Europa, in sostanza, è venuta a mancare nella sua essenza, nella sua ragione d’essere; è venuto meno lo spirito di solidarietà, elemento fondante del vincolo associativo dell’Unione.

Questa Europa, purtroppo, è diventata un mercato di interessi, di calcolo di profitti e di perdite. La solidarietà esiste in periodi di vacche grasse, quando non è messa alla prova, ma scompare puntualmente nel momento del bisogno. Vanta solo diritti, ignora i propri doveri.

Incredibilmente, invece di aiutare i Paesi colpiti dalla pandemia la cara Europa li ricatta proponendo loro come rimedio vecchi e nuovi fardelli di sacrifici.

È da diverse settimane che assistiamo a interminabili e inconsistenti trattative per giungere ad un accordo sugli interventi più adeguati a risolvere la crisi causata dal Covid-19 e, ad oggi, abbiamo come risultato la proposta di un nuovo meccanismo di usura, il MES light! Giusto, senza zucchero per farci rimanere, ancora una volta, con l’amaro in bocca.

Ma ci rendiamo conto in che razza di Europa ci siamo infilati?

L’Unione tra gli Stati membri, vale ancora la pena ricordare, è stata costituita come “comunità di destino” supportata dalla nostra eredità valoriale e culturale, che va al di là dell’usuale rapporto sancito dal diritto internazionale, ma ahimè, cambiano gli orchestrali e la musica rimane la stessa: nessun impegno comune a supportare la crisi e la rinascita economica di questa sgangherata unione sulla cui bandiera sventolano 12 stelle che negli anni `50 furono interpretate come un simbolo antico, non vien da credere, di armonia e solidarietà!

Nel contempo, tra un tira e molla, i settori produttivi cesseranno di esistere e i lavoratori resteranno a casa senza i mezzi per sopravvivere.

Ma per poco, perché, vedrete, scenderanno in piazza come branchi di lupi affamati per reclamare i loro sacrosanti diritti.

E, a questo punto, se il governo non correrà prontamente ai ripari contro l’insolenza dell´Olanda, paradiso fiscale che si oppone agli aiuti solidali per opportunismo elettorale mentre scippa 50 miliardi ai propri "partners", invece di darsi alla propaganda politica - vedasi discorso di Conte in TV a reti unificate - saremo presto alla mercé dei soliti padroni che succhieranno le ultime gocce di sangue a un´ Italia oramai spossata dal virus e devastata dai feudatari della malapolitica.

di Redazione


Aiutaci ad informarti meglio visitando il sito della fonte di quest´articolo: www.rivistalagazzettaonline.info 

Ultimo aggiornamento Lunedì 20 Aprile 2020 22:02
 

Ultime Notizie

Opinioni: Maurizio Compagnone
  Nel 2019 in Ucraina sono nati centinaia di bambini al mese attraverso la... Leggi tutto...
La finestra su Roma
      Il lento ritorno alla luce   L’estate esplosa... Leggi tutto...
L´Europa deve riscoprire se stessa
      POLITICA / Autore: ANDREA MURATORE 20 APRILE... Leggi tutto...
Strumentalizzazione ambientalista
CHI È LA GRETTA IENA CHE SFRUTTA GRETA?     A proposito del... Leggi tutto...
La Finestra su Roma
    Mentre ancora si vede qua e la qualche bermuda campeggiare... Leggi tutto...

Rivista La Gazzetta

 
Edizione 41
La Gazzetta 41
 

40 | 39 | 38 | 37 | 36 | 35 | 34 | 33 | 32

31 | 30 | 29 | 28 | 27 | 26 | 25 | 24 | 23

22 |