Template Tools
Giovedì, 06 Ottobre 2022
Un attentato che condizionò le elezioni PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Notizie - Fatti
Sabato 07 Settembre 2019 23:03

 

Un anno fa Bolsonaro veniva accoltellato e molte cose cambiarono da quel momento!

Sei settembre 2018 alle ore 15,30 circa, il candidato alla presidenza del Brasile per il partito PSL, Jair Bolsonaro si faceva caricare sulle spalle da una guardia del corpo, contrariando ogni regola di prudenza, e si faceva portare in mezzo alla folla, che lo osannava.

La via Halfeld, nel centro di Belo Horizonte, si trasformava in una marea umana, che all’unisono inneggiava: “mito!” “mito!”.

Qualche minuto dopo, Adelio Bispo de Oliveira, avvicinatosi a Bolsonaro, lo accoltellava infilandogli 30 cm di lama nello stomaco. Bolsonaro veniva trasportato d’urgenza in ospedale e miracolosamente riusciva a sopravvivere a causa della bravura dei medici, del pronto intervento dei soccorsi e, chissà, di qualche santo protettore.

Da quel momento si registrava il colpo di grazia, beninteso, per il PT, il partito concorrente e al governo, dato per favorito alle imminenti elezioni.

Infatti, esso perdeva in malo modo la gara elettorale, soffrendo l’indignazione del popolo a causa dell’attentato, che -invece- faceva sorgere un sentimento di simpatia nei confronti di Bolsonaro.

Questi vinceva le elezioni a furor di popolo e veniva eletto Presidente del Brasile.

Adelio Bispo de Oliveira scappava al linciaggio in virtù della copertura della polizia che, così, lo assicurava alla Giustizia.

Se l’attentatore abbia agito da solo o per incarico di terzi non è stato possibile accertarlo, egli è stato dichiarato, con sentenza definitiva emessa nel giugno scorso, incapace d’intendere e di volere ed è stato internato in locale appropriato per tempo indeterminato.

Questi i fatti, che abbiamo voluto ricordare ad un anno di distanza per augurarci che violenze del genere non succedano più e per omaggiare, lieti per lo scampato pericolo del presidente Bolsonaro, la democrazia e la libertà. Valori, questi, che fanno parte della nostra civiltà, cui non possiamo mai rinunciare.


AIUTACI A INFORMARTI MEGLIO, VISITA IL SITO; WWW.RIVISTA.LAGAZZETTAONLINE.INFO

Ultimo aggiornamento Sabato 07 Settembre 2019 23:07
 

Ultime Notizie

Giorgio Chinaglia di Alex Ziccarelli
  E’ da un po’ di giorni che stavo pensando di parlare delle... Leggi tutto...
Premio Nazionale Giovanni Grillo
   PREMIO NAZIONALE GIOVANNI GRILLO ottava edizione-anno scolastico... Leggi tutto...
L'avvertimento del vescovo al Papa
  "Non siamo dipendenti". L'avvertimento... Leggi tutto...
Incontro letterario a Termoli con Pierfranco Bruni
L’incontro letterario a Termoli con Pierfranco Bruni – Un compendio... Leggi tutto...
Addio a Elisabetta II
  Addio a Elisabetta II, la Regina che ha... Leggi tutto...

Rivista La Gazzetta

 
Edizione 41
La Gazzetta 41
 

40 | 39 | 38 | 37 | 36 | 35 | 34 | 33 | 32

31 | 30 | 29 | 28 | 27 | 26 | 25 | 24 | 23

22 |