Template Tools
Lunedì, 22 Ottobre 2018
Vacanza nella Valle del Serchio PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Notizie - Regione Toscana
Lunedì 14 Maggio 2018 17:23


DAI LABORATORI DI CUCINA NATURALE ALLE ESCURSIONI
BOTANICO NATURALISTICHE, DAI SAFARI FOTOGRAFICI ALLE
PASSEGGIATE IN E-BIKE E ALLE VISITE STORICO/CULTURALI
UN RICCO PROGRAMMA DI ATTIVITÀ OFFRIRÀ AI VISITATORI
ESPERIENZE ORIGINALI IN UN ANGOLO DI TOSCANA
INCONTAMINATO

 
Maggio 2018 – Chi nella bella stagione trascorrerà un periodo di vacanza nella Valle del Serchio, in Toscana, non correrà sicuramente il rischio di annoiarsi. Il Ciocco Tenuta e Parco, infatti, ha preparato un ricco e variegato programma di attività in grado di coinvolgere e intrattenere qualsiasi tipologia di visitatore. Si va dai laboratori di cucina naturale alle escursioni botaniche, dai safari fotografici alle passeggiate in ebike e alle visite storico/culturali spaziando così dallo sport alla natura, dalla cultura alla gastronomia.
Ogni giorno della settimana, per tutto l'anno, nei 600 ettari del parco, che comprende proposte ricettive, ricreative e ristorative di vario tipo, è prevista un'attività diversa. Un calendario che cambia e si trasforma in base alla stagione e offre l’opportunità di vivere il soggiorno al Ciocco in maniera attiva e divertente, immergendosi nella sua natura rigogliosa e brillante.
Tra gli appuntamenti della primavera, validi sino al 20 giugno, ne segnaliamo in particolare 2:
- Il mercoledì con “La cucina naturale Detox”, laboratorio/corso di cucina.
Una lezione di cucina tenuta dallo chef Stefania Daniele per imparare a riconoscere i cibi alleati della salute, stimolare il metabolismo e raggiungere la forma fisica ideale. Oltre ad imparare a cucinare, si va anche alla ricerca degli “erbi”, le erbe spontanee da impiegare in cucina per ottime ricette Detox.
Si tratta di un laboratorio dedicato al risveglio dei sensi e alla depurazione del nostro organismo.
La rinascita della natura ci porta nuova energia e ci invita a seguire abitudini alimentari più sane.
Le verdure tipiche della stagione sono in grado di riattivare il metabolismo, drenare, sgonfiare e depurare.
I carciofi, ad esempio, contengono la cinarina, una sostanza che favorisce la diuresi e la secrezione biliare e sono ricchi di fibre, quindi utili per la regolarità intestinale. In cucina sono ottimi come ingrediente principe di risotti, sformati e frittate. L’infuso di foglie di carciofo è il rimedio detox per eccellenza, in quanto stimola la diuresi e aiuta a eliminare le tossine. Gli asparagi hanno un grande effetto drenante e ripuliscono i reni ed è facile trovare la varietà più selvatica nei campi. Ottimi come antipasto accompagnati da salse fatte in casa, sono spesso protagonisti di sughi per pasta o cereali integrali e torte salate.
Le erbe spontanee di campo, conosciute in toscana come “erbi” in questo periodo crescono rigogliose.
La più famosa è l’ortica, un vero superfood ricco di minerali e calcio e detossinante per il fegato.
Anche il Tarassaco, dal sapore amaro e pungente, ha proprietà depurative, diuretiche e digestive.
Molti sono gli erbi reperibili presso la Living Mountain del Ciocco, grazie alla lontananza da fonti di
inquinamento come strade, fabbriche e allevamenti intensivi.
I laboratori di cucina naturale sono un’occasione unica per conoscere i segreti della tradizione toscana e le
sue varianti più moderne. Ricette che si tramandano da generazioni rivisitate e adattate alla vita frenetica dei giorni nostri, oppure lasciate in versione originale per apprezzarne la semplicità. Spesso chi partecipa a queste lezioni rimane stupito dalla velocità e facilità nel mettere in tavola ricette complete e supernutrienti.
Si tratta di rieducare il palato, fin troppo stimolato da cibi pronti, ricchi di sale o zuccheri raffinati e ripartire
da ingredienti integrali, freschi, biologici. Un laboratorio di cucina presso la Living Mountain è come un
piccolo viaggio tra sapori, profumi e colori da presentare a tavola, un toccasana per corpo e mente.
Ogni partecipante può sperimentare, mettere alla prova le proprie capacità e gustare alimenti sani e genuini.
- Il sabato con “Il trionfo dei sensi: la stagione dei fiori”, escursione naturalistica/gastronomica.
La tradizione gastronomica della Valle del Serchio conosciuta, con l'aiuto della guida del Ciocco, attraverso le piante e i fiori della Tenuta, protagonisti principali della stagione. Il loro profumo, il loro gusto, i colori e la delicatezza dei petali danno vivacità ai piatti della tradizione locale.
Camminando nella natura più autentica si scoprono essenze botaniche da odorare e assaggiare, per
un'esperienza sensoriale unica. Fiori di acacia e sambuco, primule, aglio selvatico e tante altre erbe che sarà possibile poi degustare sulla tavola della Locanda al rientro.
Questo, invece, il calendario settimanale che andrà avanti per tutta l'estate, sino al 20 settembre:
- Il lunedì è dedicato a “I sentieri del solstizio d’estate”, escursione botanico/naturalistica.
Un percorso guidato per scoprire piante, erbe e fiori e conoscere i loro effetti benefici e depurativi.
Come spiega, infatti, Stefano Pucci, guida ambientale escursionistica del Parco Regionale delle Alpi Apuane, “le piante, nella tradizione locale chiamate erbi, oltre ad avere un buon gusto, ci aiutano ad affrontare meglio il cambio di stagione e nel facile percorso ad anello della tenuta se ne può osservare una ricca varietà.
La passeggiata è un'immersione sensoriale nella natura per goderne degli effetti positivi. In estate, e duranteil periodo del solstizio, vengono raccolti preziosi fiori dalla corolla gialla chiamati di San Giovanni utilizzati da sempre nella tradizione e in farmacologia per curare la depressione. Le essenze aromatiche selvatiche e tradizionali raccolte nel periodo estivo sono più ricche di oli essenziali e usate da sempre per conservare i cibi, renderli appetitosi e per profumare la biancheria e le pagine dei libri”.
- Il martedì c'è ”Andiamo! E tempo di fotografare”, escursione naturalistica con safari fotografico.
Con l'aiuto di una guida si attraversa il bosco osservando e fotografando le variopinte fioriture estive e il
verde paesaggio, il volo planato dei rapaci e l'orma del capriolo.
- Il mercoledì è in programma ”Estate, che sete!”, laboratorio/corso di cucina.
Una lezione con un esperto di bevande vegetali, nutrienti e rinfrescanti. Vengono date idee per la realizzazione di frullati e acque aromatizzate gustose e dissetanti.
Per ritrovare la giusta carica nei giorni più caldi e integrare l’apporto di sali minerali nel nostro organismo.
- Il giovedì è tempo di “E-Ciocco... Avventure in MTB”, escursione e-bike.
Un modo veloce ed ecologico di esplorare il territorio in sella ad una bicicletta con pedalata assistita.
Seduti su questa due ruote silenziosa, si vive un'avventura guidata nella Tenuta del Ciocco e dintorni,
attraverso saliscendi alberati e paesaggi mozzafiato.
- Il venerdì è dedicato a “Io vite, tu vita”, escursione naturalistica/antropologica.
Un trekking guidato tra i vigneti della Valle, un percorso a ritroso attraverso antichi terrazzamenti, per
conoscere la vite nella sua storia e nella sua lavorazione ed infine il suo prodotto, il nettare di Bacco.
- Il sabato c'è “Il trionfo dei sensi: la stagione dei frutti”, escursione naturalistica/gastronomica.
Un percorso alla scoperta della tradizione gastronomica della Valle attraverso le piante della Tenuta.
La guida illustra gli usi culinari di erbe e fiori, di frutti gustosi ed essenze aromatiche, vera ricchezza della
stagione, che vengono poi degustate. Come le confetture di frutti del sottobosco abbinate ai tipici pecorini
della Garfagnana alla salvia e finocchio selvatico.
- La domenica, a chiudere la settimana, è “Il ciocco che fece ardere di passione il poeta”, visita guidata storico/culturale. Affascinante sentiero nel tempo, che inizia con una personale visita guidata alla casa (oggi museo) e al borgo del poeta Giovanni Pascoli. Si respira l'atmosfera che lo ha ispirato nella
composizione delle sue opere più celebri. La seconda parte del tour prosegue all'interno della Tenuta del
Ciocco, alla Locanda Alla Posta, sorseggiando un calice di vino, per ricreare quello spirito di convivialità tanto amato dal poeta e condividere altre storie sulla Valle, da lui definita "Del Bello e del Buono".
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Il Ciocco Tenuta e Parco (www.ciocco.it) nasce nel 1961 con l'obiettivo di far rivivere la montagna e le sue tradizioni, la natura con i suoi animali, lo sport e il relax, lontano dal “logorio della vita moderna”.
Nel 1967 diventa il primo polo turistico alberghiero d'Italia immerso in 600 ettari di parco naturale (che va dai 280 ai 1.100 metri di altitudine) con servizi e formule che rivoluzionano il mercato delle vacanze offrendo svago, sport e benessere in un'unica soluzione.
Deve il suo nome ad uno dei poeti più amati d'Italia, Giovanni Pascoli, che si innamorò di Castelvecchio, della Valle del Serchio, che fu definita dal poeta "La Valle del Bello e del Buono", e dei suoi abitanti così laboriosi. Tra le opere che Pascoli compose durante la sua permanenza in quei luoghi c'è una raccolta di poesie conosciuta come “I Canti di Castelvecchio”. Tra queste una si intitola proprio “Il Ciocco” e racconta di un gruppo di contadini seduti attorno al focolare a parlare della vita mentre guardano il fuoco consumare lentamente il ciocco, il ceppo da ardere. Simbolo di calore e ospitalità che incoraggia conversazioni appassionate sulla vita.
La Tenuta si estende tra Barga e Fosciandora, al confine tra media e alta Valle del Serchio, un'area della provincia di Lucca che va dalla piana di Lucca alla Garfagnana, lungo il bacino del fiume Serchio.
La montagna del Ciocco viene definita The Living Mountain perché è un luogo sempre "attivo" per vocazione che recupera e tramanda le tradizioni che durano da secoli. Attraversandola non si trova punto in cui la mano sapiente dell'uomo non abbia lasciato traccia, dai castagneti piantati per utilizzarne legno e frutti ai terrazzamenti coltivati a vite e ulivo. Lungo i sentieri, inoltre, si trovano alpeggi di alta quota, metati (piccole costruzioni adibite all’essiccazione delle castagne), la vecchia scuola elementare e borghi di altri tempi. Tutto testimonia l’amore e la voglia di preservare la propria terra per viverla e farla continuare a vivere. Il Ciocco è un unicum di esperienze diverse, un punto di partenza ma anche di arrivo in un territorio ricco di eccellenze artistiche, culturali e gastronomiche. Si propone come una “destinazione turistica”, un luogo speciale che offre la possibilità di vivere un soggiorno breve o prolungato, in hotel o nel comfort degli chalet di montagna, praticando sport all'aria aperta o rilassandosi nella SPA, sempre a contatto con la natura. Il Ciocco si naviga anche attraverso “Il Ciocco App”, applicazione che può essere scaricata gratuitamente dagli utenti Android e iOS (ciocco.it/ilcioccoapp/) e rappresenta un viaggio affascinante e intuitivo attraverso immagini e informazioni strutturate per un cliente moderno che desidera visitare la Tenuta e il territorio in maniera rapida e dinamica.
A febbraio 2018 Il Ciocco ha vinto il Green Travel Award, il premio indetto dal GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica) per valorizzare le eccellenze del turismo sostenibile e responsabile, nella categoria ”Green Accomodation Italia”.
Dove dormire all'interno del Ciocco Tenuta e Parco:
 Per chi ama lo sport anche in vacanza, a un passo dallo Sport Village (http://ciocco.it/live/sport-village) si trovano gli Chalet: accoglienti baite in legno, nelle quali respirare l'atmosfera tipica della montagna senza rinunciare al comfort. Ogni Chalet ha due camere da letto, bagno, cucina, ingresso indipendente e posto auto.
 Il Campus Hotel (http://ciocco.it/live/campus-hotelapartments) è la soluzione perfetta per i giovani che amano trascorrere l’intera giornata all’aperto, tra escursioni e attività sportive. E’ situato tra il Renaissance Tuscany e lo Sport Village ed è costituito da tre strutture che offrono un trattamento di bed&breakfast: il College con 22 camere e 37 posti letto; il Belvedere con 28 camere e 51 posti letto; il Monteceneri (dall'1 luglio completamente rinnovato) con 9 camere e 20 posti letto. Le camere, da due o tre posti letto, sono tutte dotate di servizi privati.
 I Campus Apartments (http://ciocco.it/live/campus-hotelapartments) sono la scelta ideale per coppie e
famiglie che sognano una vacanza nel segno della natura e in totale libertà. Sono piccole (dai 30 ai 45 mq) e accoglienti residenze ricavate all’interno di originali strutture rurali completamente rinnovate, immerse nei boschi di castagno. Ognuna ha 2 camere con 3/4 posti letto, bagno e una cucina completamente attrezzata.
 Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & SPA - E' il primo Renaissance Resort d'Europa, ha 180 camere, una Beauty SPA e un’attrezzata area wellness.
Dove mangiare all'interno del Ciocco Tenuta e Parco:
Numerosi i ristoranti che, nella Tenuta del Ciocco, propongono piatti della cucina locale.
 A poche decine di metri dagli Chalet, immersa nel verde, si trova la Locanda Alla Posta, che offre la buona cucina della tradizione locale (aperta per tutta la stagione estiva a pranzo e cena);
 All’interno del Renaissance Tuscany Il Ciocco ce ne sono due: La Veranda (aperto a colazione, pranzo e cena) e il Nour Lounge (snack e cocktail per l'aperitivo o un pranzo/spuntino veloce e leggero).
 L'Osteria Pizzeria Zi’ Meo (che deve il suo nome ad un personaggio del mondo contadino incontrato da
Giovanni Pascoli durante gli anni trascorsi a Castelvecchio) ha in menù taglieri con prodotti tipici, insalate,
“crostoni” e pizze cotte nel forno a legna preparate con ingredienti di qualità ed eccellenze del territorio;
 Ideale per chi cerca rifugio ed evasione lontano dai circuiti del turismo di massa e per una cena suggestiva intorno al fuoco è la Taverna dello Scoiattolo, accogliente baita (aperta su prenotazione) totalmente ristrutturata nel 2014, circondata da castagneti e con un ampio camino.
Aiutaci ad informarti meglio visitando il sito: www.rivistalagazzettaonline.info  
Ultimo aggiornamento Lunedì 14 Maggio 2018 17:30
 

Ultime Notizie

Fondazione Zeffirelli - Corrispondenze
Fondazione Franco Zeffirelli Corrispondenze... Leggi tutto...
Firenze, Mostra personale di Cai Guo-Qiang
Photo by Sang Luo, courtesy Cai Studio  Photo by Lin King, courtesy Cai... Leggi tutto...
Muore Monserrat Caballè
body{ margin: 0; padding: 0; } img{ border: 0px; display: block; } ... Leggi tutto...
Il Ciocco si prepara all´autunno
TRA IMPORTANTI NOVITÀ E APPUNTAMENTI ORMAI CONSOLIDATI IL CIOCCO TENUTA E... Leggi tutto...

Rivista La Gazzetta

 
Edizione 41
La Gazzetta 41
 

40 | 39 | 38 | 37 | 36 | 35 | 34 | 33 | 32

31 | 30 | 29 | 28 | 27 | 26 | 25 | 24 | 23

22 |