Template Tools
Lunedì, 23 Ottobre 2017
Novità librarie PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Notizie - Cultura
Lunedì 03 Luglio 2017 13:37


Per celebrare il centenario della morte di Santa Francesca Cabrini è stato pubblicato da Gemini Editrice un nuovo volume interessantissimo, sorprendente e di elegante fattura, 122 pagine e oltre 120 foto d’epoca e a colori, che sfoggia in copertina la statua di Madre Cabrini, opera d’arte del famoso scultore Stuflesser di Ortisei, eseguita nel legno della Val Gardena, ora venerata nella cripta del duomo di Lodi, dono di un Santangiolino. Titolo attualissimo della pubblicazione Francesca degli emigranti, sottotitolo Pagine sparse sconosciute o dimenticate, pagine scelte nelle decine di faldoni della personale biblioteca del Cabrinologo. Faldoni che custodiscono alcune centinaia di pubblicazioni sulla Santa concittadina, dalla notizia della morte agli eventi odierni. Una singolare raccolta, una passionaccia o una speciale devozione dell’autore?  Sorprendente e affascinante il racconto (quasi un film) di un soldato italiano durante la seconda guerra mondiale sulla costruzione di un santuario dedicato a Madre Cabrini, all’epoca ancora Beata, ad opera di duemila soldati italiani prigionieri al Campo dell’isola Oahu nell’arcipelago delle  Hawai. Un nuovo miracolo della Cabrini.                                                                                    

Il libro è corredato da una splendida prefazione di S. E. Mons. Maurizio Malvestiti, Vescovo di Lodi e da una postfazione di Suor Maria Barbagallo, per ben due mandati Superiora Generale dell’Istituto delle Missionarie del Sacro Cuore, fondato da Madre Cabrini a Codogno nel 1880. S.E. il Vescovo dichiara testualmente : E’ motivo di gioia per me scrivere la prefazione all’ultimo libro del maestro Achille Mascheroni, concittadino della santa e profondo conoscitore della sua vicenda storica. Un libro che si presenta come una narrazione affascinante, dove il dato storico si mescola con il racconto. Un libro che ha il pregio di mettere a disposizione di tutti materiali letterari e iconografici che altrimenti resterebbero inavvicinabili. La speranza è che sia un libro che possa fare del bene alle nostre anime. Cioè che ci restituisca la prontezza e l’agilità di santa Francesca Saverio: quando fioccano i problemi, non si deve perdere troppo tempo con le tavole rotonde. (…)                         Suor Maria Barbagallo così inizia la propria partecipazione: Achille Mascheroni vuol molto bene a Madre Cabrini e sono certa che Madre Cabrini gliene voglia molto a lui. Con questo nuovo libro vuol farci ricordare che è questa santa, che cosa ha fatto, che cosa è rimasto di lei, i suoi monumenti, le chiese, le piazze, le vie, le scuole a lei intitolati, alcune delle sue opere, le immagini che abbiamo di lei in varie parti del mondo. Ci offre un’antologia di scritti, di fotografie e di ricordi che forse molti hanno dimenticato. Questo libro ci aiuterà quando vogliamo sapere qualche notizia che oggi siamo abituati a cercare in internet e che non troviamo se non dopo molto e molto cercare. Ma questo libro ci dovrebbe ricordare qual è il messaggio di Madre Cabrini per noi, oggi. (…) Se fosse qui, oggi, con noi, Madre Cabrini vivrebbe ancora il Giubileo della Misericordia nell’azione concreta come solo lei ha saputo fare, senza tante chiacchiere. Lo spiega bene S. E. Mons. Malvestiti nelle sua bella prefazione. (…)

Francesca degli emigranti  sta ormai diventando un best seller specialmente nel mondo cabriniano al di qua e aldilà dell’oceano. Ne attestano le recensioni e le notizie che molto frequentemente giungono all’autore e all’editore. Non ultimo il servizio dell’avvocato Giuseppe Arnò dal Brasile, direttore del prestigioso, patinato e coloratissimo magazine LA GAZZETTA ITALO-BRASILIANA che titola: Lo scrittore del sacro:Achille Mascheroni , illustrando il servizio con l’immagine completa della copertina. Ne pubblichiamo uno stralcio:  Cabrinologo è colui che conosce e descrive la vita e i miracoli di Santa Francesca Cabrini, patrona degli emigranti. Questo neologismo nel 1982 viene attribuito ad Achille Mascheroni dallo scrittore romano Giuseppe Dall’Ongaro, nel suo libro “Francesca Cabrini, la suora che conquistò l’America (Ed.Rusconi). Madre Cabrini, un nome,in particolare, molto caro agli Italiani delle Americhe. Quando si menziona Santa Cabrini, da qualsiasi fonte provenga la notizia, essa suscita l’interesse di coloro che amano e venerano la Santa, come noi della redazione de La Gazzetta Italo-Brasiliana. Uno scrittore può comporre in molte differenti maniere, tra cui in poesia, in prosa o in musica. Di conseguenza,egli può essere classificato come poeta, romanziere, paroliere, commediografo, giornalista etc. Il Maestro Achille Mascheroni rientra in tutte queste classificazioni.  Così scrive sulla Gazzetta brasiliana il suo direttore, avvocato Giuseppe Arnò, pure presidente della Associazione Italo Brasiliana di Arte e Cultura  nonché promotore del monumento a Madre Cabrini a Nova Friburgo, città prevalentemente di emigranti vicino Rio de Janeiro. Conosciuto personalmente Achille Mascheroni l’avvocato rimase  stupito per la fede  e la profonda conoscenza che dimostrava nei confronti della Santa  dichiarando che di Mascheroni, in effetti, non è facile tracciare un profilo, essendo uno di quei personaggi poliedrici che, per la profonda cultura, per la visione del mondo e per l’impressionante e raffinata eloquenza, incantano subito.. (…) La sua ultima fatica èdita in occasione del centenario cabriniano è un’opera letteraria pregevole per le scelte del tema trattato, quel sacro che permea la storicità dei fatti ed è sotto questo aspetto che la letteratura si trasforma in veicolo di conoscenza  del senso della vita. Obiettivo, possiamo affermare, pienamente raggiunto dall’opera del Maestro Mascheroni.

COMITATO CENTENARIO CABRINIANO

CENTENARIO DELLA MORTE DI SANTA FRANCESCA CABRINI ( 1917 – 2017 )

GIARDINO DELLA CASA NATALE SANT’ANGELO L.

DOMENICA 9 LUGLIO 2017 – ORE 21.00

PRESENTAZIONE DEL VOLUME

FRANCESCA DEGLI EMIGRANTI PAGINE SPARSE SCONOSCIUTE O DIMENTICATE

DI

ACHILLE MASCHERONI

PREFAZIONE S.E. MONS. MAURIZIO MALVESTITI VESCOVO DI LODI

POSTFAZIONE SUOR MARIA BARBAGALLO MSC GIA’ SUPERIORA GENERALE ISTITUTO CABRINIANO

RELATORI

FERRUCCIO PALLAVERA DIRETTORE di IL CITTADINO

SUOR MARIA REGINA CANALE MSC

LETTURE DI CARLA GALLETTI

A CURA DI ACHILLE MASCHERONI : A DDOBBO GIARDINO CON MOTIVI CABRINIANI ITALO-AMERICANI


 

Ultime Notizie

Iniziative d’estate a Mileto, antica capitale normanna
Mueo Statale di Mileto Angela Acordon - Direttore Polo Museale della Calabria... Leggi tutto...
Eventi: ADVOCATUS
        Fides sic rationis fit certus atque... Leggi tutto...
Novità Librarie
  Il libro si accattiva fortemente, sin dall´esordio,... Leggi tutto...
Sotto l’Addolorata Francesco Greco prega col suo violino, il nostro Uto Ughi tarantino
Taranto - La pioggia battente, a tratti scrosciante, non ha impedito alla folla... Leggi tutto...
Giuseppe Paccione - Convegno Nazionale
Il Convegno Nazionale “La pace in pericolo” si svolgerà il 18... Leggi tutto...

Rivista La Gazzetta

 
Edizione 41
La Gazzetta 41
 

40 | 39 | 38 | 37 | 36 | 35 | 34 | 33 | 32

31 | 30 | 29 | 28 | 27 | 26 | 25 | 24 | 23

22 |