Template Tools
Domenica, 25 Giugno 2017
Chi manovra il nostro clima causa degli ultimi "omicidi" in Veneto? PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Notizie - Scienza
Sabato 08 Agosto 2015 11:20
Ieri sera ho appreso dell'ennesima strage in Veneto a seguito del clima "impazzito". Ma è il momento di aprire gli occhi e guardare ai fenomeni metereologici da altre angolazioni. Non è pensabile che fenomeni anomali accadono in coincidenza di passaggi cruciali nelle zone in cui si presentano. Ricordo la mega alluvione in Serbia guarda caso coincidente con passaggi storici cruciali, ho appreso solo perché mi trovo in questi luoghi, di bombe d'acqua cadute in pochi minuti nel Fyrom, tanto intense che la terra non è riuscita ad assorbirla, mi hanno parlato di numerosi morti, feriti, e case isolate da fiumi d'acqua. In Serbia è accaduto lo stesso nel 2014, ma il grande Vucic si è rimboccato le maniche e insieme alla protezione civile russa è riuscito a dare soccorso alle tante famiglie rimaste isolate.
Cambiano le latitudini e il fenomeno si ripete, a questo punto non basta più accettare supinamente quanto ci viene propinato dal meteorologo di turno. Bisogna capire cosa veramente è accaduto, intanto la prima domanda che ci dovremmo porre, è “dopo ogni mega perturbazione c'è stato qualche tecnico che ha pensato di analizzare campioni di Pioggia”? Voi direte perché? Ve lo spiego se nel campione c'è una consistente presenza di particelle di alluminio, bario, azoto, nickel, quarzo, ossido di titanio
quell'acqua non è normale, tutti sanno che la precipitazione avviene in quanto il peso delle gocce d'acqua contenute nelle nuvole è superiore alla resistenza della pressione che proviene dalla terra, le gocce rimangono sospese fino a che l’equilibrio non si rompe. Non possiamo più tacere dobbiamo iniziare a porci le domande.
Quale fattore entra in gioco per far si che le goccioline di acqua aumentano il loro peso per precipitare in modo anomalo?

Basta un "aiutino" che uomini criminali senza scrupolo possono fare, se nell'aria vengono rilasciate sostanze di tipo chimico, Bario, Ossido di alluminio, Azoto, il gioco è fatto, basta l'aggiunta di questo "AEROSOL" e l’equilibrio si rompe. 

Uno dei paesi che non disdegna di usare la tecnologia per alterare il clima sono gli USA che da anni svolgono in aree deserte dell'Africa e degli USA test sul clima. A loro dire determinanti per superare la desertificazione della terra. Voi ci credete?

Sappiamo per certo che le forze armate hanno piani segreti per alterare il clima, e per farlo rilasciano, mediante aerei schermati, sostanze chimiche che avvelenano l'aria, in primis e la terra a seguire a causa dell'alta concentrazione di veleni presenti nell'acqua precipitata dalle nuvole "OGM".
Le forze armate degli USA dapprima usavano aerei militari, ma poi per la resistenza dei paesi esteri e delle troppe domande che l'opinione pubblica si faceva, hanno optato per aerei militari camaleonti. 
Per questi progetti gli USA sappiamo che hanno investito Mld di dollari, a differenza degli aerei militari che rilasciano le sostanze ad alta quota creando l'effetto scia che non passa inosservato, gli aerei camaleonti possono scaricare i loro veleni contenuti nella stiva poco al di sopra delle nuvole esistenti, questo fa si che la nuvola in basso si gonfia e implode riversando verso terra tonnellate d'acqua.
Da terra non si può capire che sporco gioco è stato fatto sulle loro teste, quelle formazioni di nubi apparirà naturale, basterebbe raccogliere un campione della pioggia caduta farla analizzare per rendersi conto che nulla è naturale. 

Ora che siete in vacanza imparate ad osservare il cielo il nostro tetto naturale, se nel cielo vedete nuvole chiare e il vostro udito percepisce un lontano suono di motore di aereo coperto dalle nuvole, fate attenzione, se le nubi sulla vostra testa cambiano repentinamente colore dal bianco al grigio chiaro per diventare improvvisamente scure, cercate un rifugio, mai su colline scoscese possibilmente in zone pianeggianti e non franose e infine raccogliete l'acqua che cade dal cielo in una bottiglia e portatela ad analizzare, se oltre ai componenti classici dovessero esserci presenze sopracitate fate pervenire alla stampa i risultati, è ora che questi criminali la smettano dopo aver avvelenato gran parte dei deserti degli USA, di avvelenare il nostro continente.
 
Siamo a conoscenza che il Pentagono sta studiando un nuovo sistema radar che richiede tali test.
Il Pentagono sta portando avanti 4 progetti di ricerca sulle emissioni nell'aria non per scopi civili ma militari.
Immaginate per un attimo cosa possa accadere se riuscissero con un Sat a riversare sostanze chimiche nella sconfinata steppa della Siberia, avrebbero la capitolazione immediata di Mosca, senza ricorrere ad armi.

Vi illustro i progetti in studio il primo è quello di impedire ai raggi solari di penetrare l'atmosfera, la motivazione adotta è quella di diminuire le radiazioni ultraviolette che creano a loro dire il buco dell'ozono.
Hanno bisogno di trovare giustificativi che a noi umili terreni ci fanno ingurgitare, anzi grazie a giornalisti compiacenti il problema diventa di discussione anche tra non “tecnici”, vi usano per essere il virus di trasmissione di ciò che si vuole, sulle spiagge si sentono persone che parlano del pericolo dei raggi ultravioletti, ma non avete capito che non è altro che una "MISSION" decisa dall'alto?

Siamo diventati tutti esperti grazie a documentari e programmi "finalizzati", ci bombardano con il riscaldamento globale causa dello scioglimento dei ghiacciai, che i raggi ultravioletti provocano il cancro della pelle che si può attutire cospargendoci di creme, sapete chi sono i soci occulti delle società produttrici, fate una ricerca, persone vicine al Vaticano, uomini vicini al Pentagono. Scusate ma che diamine c'entra il Pentagono con creme solari, eppure!

Sembra stupido ma nel mondo quante persone ricorrono in inverno all'Aerosol?
Senza volerlo immettiamo nell'aria anche noi quelle sostanze che le forze armate rilasciano con le scie. Con questo non voglio essere un cospiratore, ma una domanda me la pongo, i medici non invitano troppo spesso a servirsi dell’'Aerosol, sapete che nella nebulizzazione delle particelle c'è concentrazione di ossido di alluminio e bario?

L'Aerosol è un ottimo campione per capire quello che accade sulle nostre teste. 
Continuiamo a rivelarvi gli altri progetti del Pentagono dopo il Radar, il Pentagono sta studiando un progetto Top Secret (RFMP) ovvero Navy's Radio Frequency Mission Planner progetto portato avanti dall'USNavy Seals.

L'RMPP è un progetto collegato ad altri progetti minori, il Terrain e il VTRPE. Grazie a questi ultimi 2 le onde radio permettono al sistema di controllo RFMP di poter avere su un monitor 3D gigante, la visone 
spettrale in 3D del campo di battaglia.

Il progetto RFMP per essere efficiente si deve appoggiare a satelliti Spy che dal cielo integrano le immagini riprese da terra per raggiungere l'effetto 3D, questo permette alle forze armate di avere una visione dettagliata del terreno dove sono in atto situazioni di guerra e anticipare le mosse del nemico.
Per ora il progetto è allo stato di video games, i tecnici giocando alle loro play station a schermo gigante non fanno altro che mettere a punto il "GIOCATTOLO".

Il software VTRPE necessario per il funzionamento dell'RMPP si serve di sonde galleggianti poste sul pelo d'acqua e lungo le zone costiere, queste trasmettono onde radio captate dai Spy Sat e da un sistema centrale di raccolta dati che trasmette all'RFMP.

Per amplificare la radiofrequenza, è necessaria però una miscela riflettente composta da sostanze chimiche che deve essere rilasciata nell'aria.

Altro che le scie servono per risolvere il problema della desertificazione in atto nel pianeta.
La miscela viene rilasciata nelle nuvole, questa genera flussi elettrici che riflettono le RF (Radio Frequenze) emesse dalle sonde, vitali per il funzionamento militare del sistema che si sta mettendo a punto, altrimenti l'RFMP senza i gregari (VTRPE e TERRAIN) non sarebbe funzionante.
Come funziona il sistema, le lunghe scie rilasciate dagli aerei permettono di superare anche l'effetto della curvatura della Terra l'importante che parte di esse riescono a captare i segnali delle sonde poi lo Spy Sat e il sistema RFMP farà il resto.

Andiamo a spiegare il 3 progetto in studio al Pentagono, il terzo progetto si appoggia agli studi dello scienziato serbo Nikola Tesla e si basa sulle radiazioni provocate da radiofrequenze, in termini tecnici HAARP, un sistema di una miriade di antenne posto nell'Alaska, in grado di manipolare il clima per ottenere vantaggi militari sul nemico. Provate solo a pensare alla potenzialità che può esprimere questa arma.
I rischi sono altissimi, ma HAARP per funzionare ha bisogno di miscele chimiche rilasciate nell'aria per manipolare il clima, provocare disastri, allagamenti terribili, terremoti, dite voi come? Basta concentrare potenti cariche elettriche in faglie traballanti del pianeta e il gioco è tatto, si possono generare terremoti che danno luogo a tsunami, onde devastanti che dopo aver attraversato migliaia di Km riversa montagne d'acqua sulla terra.

Quello vogliono creare i tecnici militari è un progetto aberrante, intendono con il programma VTRPE del sistema RFMP avere il controllo del clima per sottomettere i popoli con inondazioni, siccità, tempeste, danni all'agricoltura, controllando il clima si può avere la sudditanza del Paese colpito.
Quale stato può reggere a precipitazioni consistenti oppure a siccità improvvise?
Le scie appesantiscono le gocce d'acqua che provocano le micidiali "Bombe d'Acqua".
Ma i manipolatori possono fare anche il contrario, impedire che le nuvole si riempiano di acqua, sapete cosa significa dopo pochi giorni muoiono le piante, l'ossigeno diminuisce il cibo verrà a mancare. Subito dopo il disastro compariranno all'improvviso i "Benefattori", gli stessi che vi hanno provocato il disastro, che elargiranno denaro che loro sanno bene che voi non sarete mai nelle condizioni di restituire, ecco allora che scatta il piano, immediato rientro, come si può rientrare visto che il denaro è servito per risanare il paese da danni ingenti?
 
I benefattori “consigliano” cartolarizzare beni e società a fronte del debito, in parole povere vi hanno trasformato in colonia asservita ai poteri forti.

Ora non rimane che parlare del 4° progetto il DARPA "Defense Advanced Research Projects Agency" quale è la sua mission?

Il Pentagono ha pensato anche a difendersi da eventuali attacchi chimici del nemico, lo stesso che ha mandato a bagno o seccato le sue terre.

Il DARPA si serve di miscele a base di Bario e fibre polimeriche speciali. 
Questo mix permette al DARPA di individuare gli agenti chimici rilasciati da aerei nemici nell’aria evitando le contaminazioni.

Ma tutto questo avvelenamento dei nostri cieli sta facendo aumentare le patologie respiratorie, asma, polmoniti, allergie ecc ecc. 

Questi criminali se non vengono fermati renderanno irrespirabile l'aria che respiriamo, provocheranno l'insorgere di nuovi virus difficili da debellare. Però hanno sorvolato su un fenomeno della natura il Vento, le particelle presenti nella pioggia se entrano nei vortici provocati dal Vento vengono trasportate e quindi la contaminazione si allarga,
 
Il Bario è un metallo pericolosissimo attraverso il cibo entra nel corpo e si deposita sui muscoli e sui tessuti provocando danni irreparabili.

E’ ora che questi programmi segreti in test vengano svelati, la USNavy'Seals continua a sperimentare il VTRPE, ogni test richiede una notevole emissione di sostanze chimiche nell'aria.
Il Pentagono nel frattempo in una sua base militare vicina a Waterloo nei pressi di N.Y. sperimenta un nuovo progetto il "Patriot Number One". Sembra che altri test di questo progetto sono in corso in altre basi del Pentagono, nel Michigan, nell'Utah, nell'Wisconsin.

Al piano segreto realizzato dall'Air Force, partecipano laboratori scientifici statunitensi e alcuni europei. 
Il nuovo progetto in fase di test, prevede lo studio sul campo di sistemi di puntamento, rilevamento grazie ai sensori sopra citati in grado di rilevare ogni attacco del nemico.
Il laboratorio dell'Air Force situato nel centro di New York, a circa 120 Km da Fort Drum è stato sede della Base da cui parti il B-52 diretto in Giappone. Nel 1982 la Base Aerea fu chiusa e al suo posto fu impiantato un laboratorio ultra tecnologico Top Secret il cui accesso è limitato solo a tecnici e persone autorizzate che lavorano ai piani segreti.

Da quei laboratori sono stati partoriti i cannoni laser in grado di abbattere aerei, l'area è super presidiata ma con ottimi visori notturni si possono ammirare strane luci che volteggiano sui fabbricati.
Al suo interno alloggiano circa 8000 aeroplani, oltre a circa 30 mila militari statunitensi e olandesi in pronto intervento. Il Pentagono ha spostato i suoi esperimenti sui cannoni laser sulle navi militari per dotare le portaerei di questa micidiale arma.
 
Dopo il lungo pistolone vi invito a non tacere se vedete nel cielo qualcosa di anomalo, comunicatelo ai giornalisti in frontiera, cercate di sapere quante cisterne di azoto liquido è arrivato in Veneto, se la quantità è elevata gran parte di quel composito è sicuramente stata riversata nell'atmosfera e gli effetti devastanti di cui sono stato messo a conoscenza dalla nostra attenta giornalista 
Elisa Billato mi rendono ancora più convinto che gli Stati Uniti stanno usando i nostri cieli per i loro sporchi esperimenti. La penna è un’arma vitale per risvegliare i cervelli sopiti dal caldo infernale che sta imperversando in Europa.

Maurizio Compagnone
Opinionista de “La Gazzetta italo brasiliana”

Aiutaci a informarti meglio visitando il sito: www.rivista.lagazzettaonline.info


 

Ultime Notizie

Trovata la scorciatoia per l'universo
Buchi neri, provata l'esistenza di onde gravitazionali. Il concetto... Leggi tutto...
DAL SUD I NUMERI DEL MELANOMA IN ITALIA
PIU’ COLPITI GLI ANZIANI E LE REGIONI SETTENTRIONALI ISBEM, Mesagne, 20... Leggi tutto...
L'allarme degli astronomi: "L'universo sta morendo"
L'universo sta lentamente morendo: l'energia prodotta oggi è circa la metà di... Leggi tutto...
Filmata la danza della Luna attorno alla Terra
L’altra faccia del nostro satellite illuminata dal Sole La Luna mostra la... Leggi tutto...
Samantha Cristoforetti è tornata sulla Terra
La prima donna italiana nello spazio è atterrata con la navicella Soyuz nelle... Leggi tutto...

Rivista La Gazzetta

 
Edizione 41
La Gazzetta 41
 

40 | 39 | 38 | 37 | 36 | 35 | 34 | 33 | 32

31 | 30 | 29 | 28 | 27 | 26 | 25 | 24 | 23

22 |