Template Tools
Mercoledì, 22 Maggio 2019
Leonardo: il Presidente Mattarella a Vinci per le Celebrazioni PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Notizie - Regione Toscana
Lunedì 15 Aprile 2019 15:55
 
Fotografie di Alessandro Zani

Un vero e proprio museo diffuso con oltre 50 eventi tra mostre, convegni, eventi e spettacoli in ogni zona della Toscana per celebrare i 500 anni dalla morte. Dopo il successo in America arriva a Firenze, in anteprima ed esclusiva assoluta, il film che celebra il Genio.


FOTOGRAFIE — Stamani la visita del Capo dello Stato Sergio Mattarella, a Vinci in occasione delle celebrazioni per il 500° Anniversario della morte di Leonardo. Il Presidente Mattarella è arrivato a Vinci accolto dalle autorità. La cerimonia ha avuto luogo in piazza Guido Masi. Poi il Presidente ha visitato il Museo Leonardiano e la Casa Natale di Leonardo ad Anchiano.

Il presidente della Toscana ha ringraziato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella per la sua presenza alla cerimonia, ricordando come il programma di eventi permetterà a tutti di conoscere la figura di Leonardo nelle sue diverse sfaccettature: come artista, inventore, ingegnere, architetto, botanico e padre dell'anatomia moderna. Tra i tanti eventi ha annunciato la mostra "Verrocchio, il maestro di Leonardo" promossa e organizzata dalla Fondazione Palazzo Strozzi e dai Musei del Bargello, con la collaborazione della National Gallery of Art. Dopo aver sottolineato come il Rinascimento ebbe, per la Toscana, per l'Italia e per l'Europa riveste un'importanza fondativa e che in figure come quella di Leonardo ritroviamo in nuce i problemi del mondo moderno, espressi con la forza straordinaria di una genialità che seppe applicarsi ai campi più diversi, il presidente della Regione ha osservato come non fu solo l'attività artistica la parte eminente della sua opera di uomo di ingegno, ma trovarono posto nella mente di Leonardo problemi fondamentali per l'origine della scienza e della filosofia moderne.

"Si poteva fare di più, soprattutto per le attività economiche del territorio" così Alessandro Scipioni, candidato sindaco al Comune di Vinci alle prossime amministrative per il centrodestra sulle celebrazioni leonardiane. "Il calendario delle celebrazioni poteva e doveva essere l’occasione per un rilancio del distretto economico, vista la centralità di Vinci in un anniversario di tanta importanza" afferma Scipioni, a Vinci per raccogliere le istanze e confrontarsi con la cittadinanza nella giornata che ha visto la presenza del Presidente Mattarella. E continua: "Dovevano essere coinvolti prima e meglio gli operatori economici del territorio - in particolare quelli che operano nel comparto turistico - ed assieme a loro doveva essere stilato un piano di promozione per creare attrattività a margine delle iniziative per il cinquecentenario di Leonardo. Insufficiente anche la promozione: sicuramente si poteva fare di più anche in Toscana. Basti vedere come il flusso degli arrivi attesi non sia particolarmente invariato rispetto alle reali potenzialità che questo anniversario reca con se. Insomma l’impressione è quella dell’ennesima occasione persa per fare marketing territoriale che porti benefici concreti".

Da Venerdì 19 a Martedì 23 Aprile un importante evento speciale al Cinema Odeon di Firenze, che presenta il film-evento ESSERE LEONARDO DA VINCI (versione italiana con sottotitoli in inglese) di Massimiliano Finazzer Flory, in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo. Due giornalisti di New York e Milano, ignari l'uno dell’altro, per i 500 anni dalla scomparsa di Leonardo sono alla ricerca di uno scoop. Vedono opere e attraversano i luoghi del Genio tra paesaggi e misteriosi incontri. A Firenze per la prima volta durante uno spettacolo in costume tra frati, turisti e sbandieratori si trovano tracce inaspettate. A Milano si scopre un documento per scoprire chi era Leonardo Uomo attraverso un esame scientifico. Giungono nella sua ultima dimora a Clos Lucé e incontrano davvero Leonardo. Viene concessa l’intervista. Le parole del Genio sono autentiche in lingua rinascimentale. Alla fine Leonardo fugge tra i sotterranei tornando a Vigevano e svelandosi ai personaggi più importanti della sua storia dove racconta. Tratto dallo spettacolo teatrale di successo internazionale “Essere Leonardo da Vinci. Un'intervista impossibile”, è un film unico nel suo genere, con il volto e la lingua di Leonardo, girato in location straordinarie, tra le quali ovviamente non poteva mancare Vinci. Un film che tiene insieme l'originalità linguistica attraverso il linguaggio del Rinascimento, il trucco, i costumi e la qualità tecnologica del nostro tempo come il drone che permette di dare forma a nuove tendenze estetiche, tra paesaggio e patrimonio culturale. Oltre il documentario e prima della fiction una contaminazione di generi con la verità dell'arte. Dopo la première di New York dello scorso ottobre, che ha riscontrato il tutto esaurito e un grande apprezzamento del pubblico, il film arriva ora in Italia, in anteprima ed esclusiva assoluta proprio a Firenze, all'Odeon. Prima della normale programmazione per il pubblico, il film sarà proiettato al Cinema Odeon Giovedì 18 Aprile (ore 19.30) per una serata a inviti alla presenza di Massimiliano Finazzer Flory e sarà preceduto, martedì 16 aprile, dalla spettacolo “Essere Leonardo da Vinci” al Teatro della Pergola.

La residenza termale Grotta Giusti omaggia il Cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci con un ventaglio di proposte ispirate al grande Genio, immersi nella natura e coccolati dai trattamenti della Spa. È un legame forte quello tra l’anniversario e le terre di Leonardo, che si avverte in ogni scorcio della cittadina di Vinci, dei colli del Montalbano e di Monsummano Terme, in cui sorge l’elegante resort del gruppo Italian Hospitality Collection. Al genio più poliedrico della storia Grotta Giusti dedica un cocktail creato dal bartender Francesco Iglio, Magic Man, morbido, profumato e con un carattere unico a base di calvados, galliano balsamico, solerno, succo di lime, purea di ribes e phisalis. Anche lo chef Guido Lotti ha creato un piatto dal sapore rinascimentale: ruote di pasta artigianale, come quelle dei meravigliosi progetti meccanici del genio di Vinci, con un pesto di erbe di campo, parmigiano reggiano, nocciole, pinoli e mandorle, accompagnate sul piatto da una vellutata di legumi con aglio, salvia e rosmarino e impreziosito con una deliziosa decorazione di erbe di campo, nocciole e pinoli. Infine anche la spa propone il trattamento di bellezza Monna Lisa, ispirato al dipinto più enigmatico della storia, per ricreare la delicatezza della carnagione dei ritratti rinascimentali: un delicato lifting cosmetico per viso, collo e décolleté, dall’effetto distensivo, rimpolpante e tonificante, abbinato ad una maschera mani vellutante e nutriente

 
    Fonte:https://www.nove.firenze.it/leonardo-da-vinci-il-presidente-sergio-mattarella-apre-le-celebrazioni-a-vinci.htm
 

Ultime Notizie

Dopo 500 anni torna la dissezione anatomica al Santa Maria Nuova
  Come faceva Leonardo da Vinci per la prima volta on line   Firenze... Leggi tutto...
Le nostre interviste - Il Maestro Deraco
  Per entrare in argomento ricordiamo che le composizioni musicali sono... Leggi tutto...
Tesi, Vaillant e Trovesi in concerto a Firenze per Fabbrica Europa 2019,
  Il duo Tesi/Vaillant, che negli anni Novanta sorprese le platee... Leggi tutto...
Fabio Viale e la Galleria Poggiali
GALLERIA POGGIALI Firenze - Pietrasanta -... Leggi tutto...

Rivista La Gazzetta

 
Edizione 41
La Gazzetta 41
 

40 | 39 | 38 | 37 | 36 | 35 | 34 | 33 | 32

31 | 30 | 29 | 28 | 27 | 26 | 25 | 24 | 23

22 |